Cosa esprime il concetto di Dao (o Tao)?

Lo abbiamo chiesto a Elena una allieva di Viet Tai Chi (laurea magistrale in lingue e civiltà dell’Asia e Africa Mediterranea e Master in management per la Cina).

Ecco cosa ci ha raccontato:

Da allievi di Viet Tai Chi e studiosi o entusiasti delle culture e filosofie orientali ci siamo sicuramente imbattuti  nel concetto di DAO (o Tao, da sinologa prediligo la prima traslitterazione) rappresentato da questo ideogramma .

Molto si può dire sul suo significato, spesso accompagnato da altri due elementi: Ying e Yang e la loro rappresentazione circolare, ma rappresenta sia la chiave di volta della filosofia Taoista, sia un modo di vivere e un significato più culturale che simbolico: il percorso, il fine ultimo, il ciclo, LA VIA.

La VIA è perfettamente rappresentata nei tratti che compongono questo ideogramma.
La peculiare caratteristica dei sistemi di scrittura ideografici è di sfruttare al suo massimo la potenziale espressività del carattere stesso che, astraendo dei concetti quotidiani, ci illumina ad altissime riflessioni sul mondo e su noi stessi.

Dal punto di vista scolastico, l’ideogramma è formato da disegni codificati che hanno avuto un’evoluzione continua. Dai più semplici (albero, casa, campo) ai più complessi (riposare, denaro, scuola).
I secondi nascono molto spesso dall’unione o fusione di più concetti semplici che possono a loro volta essere più o meno legati logicamente con l’ideogramma finale.

Un esempio di fusione è il carattere per “riposo  che è composto dai componenti “uomo e “albero.  Questo ci ricorda che il miglior posto per riposare è accanto a un albero.
Ma pensando a parole più moderne come “computer” 电脑 è interessante vedere come i due ideogrammi che compongono la parola siano 电 “elettricità” e 脑 “cervello“.

Grazie a questo metodo, ogni carattere racconta una piccola storia che ricollega al significato che vuole rappresentare.

riposo ideogramma
ideogramma uomo
ideogramma albero

Come rappresentare allora un concetto così denso di significato come DAO?

DAO ideogramma

Riposo accanto all’albero, distinguendo l’ideogramma in due parti.

La prima è nella sua forma semplificata, una specie di serpentello allungato che accompagna la parte centrale; definito il radicale del cammino (n°162).
I radicali sono estremamente importanti per analizzare un ideogramma, sono posti a sinistra/destra/in alto o in basso. Ne sono stati codificati 214 e aiutano a un primo sguardo a capire la possibile pronuncia, ma anche l’area semantica di cui l’ideogramma fa parte.
Non è un caso quindi che la nostra VIA abbia per radicale quello del cammino.

 

radicale del cammino
radicale 185 della testa

La seconda parte è composta da 首 anch’esso un radicale (n°185), un ideogramma molto comune e utilizzato in moltissimi composti: la TESTA.

La presenza di questo radicale nella composizione ci indica come l’intervento umano creativo, logico e dato dallo spirito delle sue idee sia centrale nel percorrere la VIA e raggiungere quindi l’armonia del Dao e dei suoi compagni bianco/nero.

Comunque vada mettici la testa, un consiglio che mi dava la mia italianissima nonna – inconsapevole di riprendere una filosofia millenaria – e che il DAO vuole dare a tutti noi.

Photo: marco-zuppone-zHwWnUDMizo-unsplash