MEDICINA TRADIZIONALE CINESE

La medicina tradizionale cinese (MTC) è un ramo delle antiche scienze cinesi: molti dei testi fondamentali consultati oggi dai medici tradizionali hanno migliaia di anni. I cinesi nei secoli passati hanno sviluppato un pensiero e una tecnologia scientifica molto avanzata, a tratti superiore a quella occidentale, almeno fino alla fine del XVII secolo.
I cinesi sono stati gli inventori del calcolo decimale, della carta, della bussola, dell’orologio meccanico, delle armi da fuoco, delle macchine a vapore, delle banconote, del timone e, per quanto possa sembrare strano, anche di acquavite e whisky.
Anche la stampa è stata inventata dai cinesi 1000 anni prima che in Europa; per primi i cinesi hanno scoperto le proprietà del magnetismo e, con la teoria dello Yin e dello Yang, hanno concepito i primi sistemi matematici binari, che ispirarono Leibnitz e sono oggi alla base del funzionamento di tutte le apparecchiature elettroniche.
Per quanto riguarda la medicina, i cinesi hanno applicato per primi la medicina crono biologica, la dietetica e l’igiene.
La scoperta più originale della medicina cinese è quella relativa all’esistenza sulla superficie del corpo di canali, chiamati Jingluo (pronuncia “gingluo”) che significa canali e collaterali, nei quali scorre la nostra energia vitale, il Qi. Numerosi esperimenti clinici e di laboratorio ne hanno dimostrato l’esistenza. Tali canali assicurano, assieme ai vasi sanguigni, il nutrimento ai tessuti e agli organi interni; grazie a essi tutte le componenti del nostro organismo sono collegate tra loro. È proprio sui punti presenti lungo i canali, che il medico agisce per curare i suoi pazienti con l’agopuntura. L’agopuntura rientra nel novero delle medicine naturali.
Con questo termine piuttosto generico si intendono quelle tradizioni mediche, antiche e moderne, che considerano la persona come un essere integrato mente-corpo e la malattia come rottura dell’armonia e dell’equilibrio delle forze che lo mantengono in vita: equilibrio interno tra le funzioni dei diversi distretti organici ed equilibrio esterno, vale a dire in rapporto all’ambiente naturale e sociale che lo circonda.
Le medicine naturali, dunque, impostano una cura sulla persona nel suo insieme, stimolando la forza guaritrice presente in ognuno di noi.

L’agopuntura: dalle origini ai nostri giorni 

L’agopuntura deve la sua rapida diffusione in occidente a un episodio accaduto nel 1972, durante la storica visita del presidente americano Richard Nixon in Cina: uno dei giornalisti presenti era James Reston, uno dei più illustri commentatori del New York Times.
Operato d’urgenza di appendicite, Reston su curato con l’agopuntura per un fastidiosissimo dolore post-operatorio che descrisse in un suo articolo. Grazie alla grande risonanza che questo episodio ebbe su tutti gli organi di informazione e alla progressiva caduta della “cortina di bambù”, gli americani cominciarono ad interessarsi a questa inusuale terapia e furono intessuti i primi scambi di informazione tra accademici statunitensi e cinesi.

La mappa dei meridiani

Secondo la medicina cinese il nostro corpo è attraversato da una rete molto fitta di canali detti Meridiani energetici.
Questi possiamo immaginarli come se fossero vere e proprie strade lungo le quali scorre un’energia detta Qi.
Alcune di queste strade sono vere e proprie autostrade, altre sono meno grandi (come fossero strade statali), altre, ancora sono strade urbane fino ad arrivare a sentieri di campagna, più piccoli ma sempre utili per mettere in connessione punti diversi.
Qualunque sia la dimensione di queste strade, queste rappresentano sempre una via attraverso la quale il Qi raggiunge ogni parte del corpo, percorrendolo numerose volte dalla testa ai piedi e dai piedi alla testa, dal centro alla periferia e dalla periferia al centro.

La teoria dei Meridiani energetici (un sistema caratteristico della medicina cinese) esamina le funzioni fisiologiche dei Meridiani nell’organismo umano, nonché i loro rapporti con gli Organi e Visceri (Zang fu).
Questa teoria dei Meridiani si è formata sulla base dell’esperienza clinica di migliaia di anni, nel campo dell’agopuntura, del Tuina e del Qi gong.
Un sistema che non trova alcuna corrispondenza nell’odierna medicina occidentale nella quale, invece, si riconoscono sistemi di conduzione “fisici”, basati su un supporto organico ben preciso, come il sistema linfatico, del sangue o del sistema nervoso.

I Meridiani energetici, al contrario, sono “percorsi di energia” che non hanno un preciso substrato anatomico. Anche se sono strettamente legati ad altri sistemi di conduzione del nostro organismo tanto da essere in parte sovrapponibili (per esempio a quello del sistema circolatorio sanguigno, linfatico o nervoso), i Meridiani energetici non si possono né vedere né toccare, perché di fatto “non esistono” fisicamente ed autonomamente rispetto ad altre strutture del nostro corpo a cui si “appoggiano”.
Il sistema dei Meridiani è dunque un sistema complesso ed articolato all’interno del quale si muove il Qi e comprende vari tipi di Meridiani, ognuno con una sua specifica funzione energetica.

I Meridiani principali sono, per così dire, ¬ la colonna portante del sistema e sono anche i più noti alle persone comuni.
Complessivamente sono 12, ognuno collegato ad un Organo-Viscere (Zang fu) e un proprio percorso “interno” (connesso con gli Zang fu) ed “esterno” (più vicino alla superficie cutanea):

  1. Meridiano del polmone
  2. Meridiano del grosso intestino
  3. Meridiani dello Stomaco
  4. Meridiani della Milza
  5. Meridiani del cuore
  6. Meridiani dell’intestino tenue
  7. Meridiani principale della Vescica urinaria
  8. Meridiani principale del Rene
  9. Meridiani principale del Pericardio
  10. Meridiani principale del Sanjiao (Triplice riscaldatore)
  11. Meridiani principale della Vescica biliare (colecisti)
  12. Meridiani principale del Fegato

Nel tragitto “esterno” dei Meridiani principali sono stati individuati dalla MTC una serie di punti (agopunti) che possiedono funzioni diverse e che sono in numero differente per ciascun Meridiano.
La stimolazione di questi agopunti – scelti in base a determinati criteri – è a cura del medico-operatore di medicina cinese (tuina, agopuntura) ed ha l’obiettivo di agire sulla nostra energia.

Meridiani straordinari o Curiosi

I Meridiani straordinari funzionano come “riserve energetiche”, in contatto con il Qi originario (Yuan Qi), non sono collegati ai singoli Zang fu (come i Meridiani principali) ma hanno origine tutti – direttamente o indirettamente – dal Rene.

Rappresentano il nostro “assetto costituzionale” a livello fisico, energetico e psichico e sono utili in caso di malattie congenite.

Testo: libro di Paolo Consigli, agopuntura – Fabbri editori.
Laura Vanni medicina cinese

  1. Du Mai (Vaso governatore)
  2. Ren Mai (Vaso concezione)
  3. Chong Mai (Vaso strategico)
  4. Dai Mai (Vaso cintura)
  5. Yin Qiao Mai 
  6. Yang Qiao Mai 
  7. Yin Wei Mai 
  8. Yang Wei Mai